margine inizio menu ricette rumene
home
antipasti
primi
secondi
contorni
dolci
bevande
contatti ricette
pagina facebook ricette rumene
margine fine menu ricette rumene
  • Pollo fritto dalla Transilvania

    Ricetta della settimana

    Pollo fritto dalla Transilvania

  • Comportamenti, regole e accessori

    La magia dei vini

    Comportamenti, regole e accessori

  • Trucchi, misurazioni e preparazioni

    Chiedi al cuoco

    Trucchi, misurazioni e preparazioni

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro


Username
Password
Verza fermentata à la Moldavia
sauerkraut.jpg
Contorni         Condividi su Facebook
TEMPO PREPARAZIONE - Diversi giorni min.
TEMPO COTTURA - 0 min.
DIFFICOLTA' - 2
INSERITA DA - ricetterumene.it
VOTO - 13 punti
CLICK - 5120
LA POTETE ASSAGGIARE DA:
SEGNALA PAGINA
Tua E-mail:
E-mail amico:


 PREPARAZIONE
Per questa ricetta serve una botte grande, preferibilmente in legno di quercia (in alternativa un barile di plastica con un tappo, precedentemente disinfettati con acqua bollente e calce sciacquandoli più volte). Inoltre, in campagna si usa spargere la botte ed il tappo di grappa prima di procedere (è un disinfettante naturale). È importante che si prepari durante la stagione fredda, perché il caldo comporta che la verza vada a male.
E’ una ricetta diffusissima in tutte le regioni della Romania, avendo notevoli proprietà terapeutiche (per dirne una, è l’unico alimento di natura vegetale che ha la vitamina B12 che previene l’invecchiamento e il cancro). Il pregio maggiore di questa antica ricetta è quello di non usare agenti conservanti chimici e dannosi, bensì naturali! E adesso ecco a voi la preparazione:

Bisogna innanzitutto saper scegliere i cavoli giusti: quelli di tardo autunno sono i migliori, con foglie folte e dense. Sul fondo del barile, prima si spargono i chicchi di mais. Si prendono 20 o 30 verze di media dimensione (a seconda del volume del vostro barile), si tolgono via le prime foglie di colore verde fino a quando si giunge a quelle di colore giallastro e si lavano; si possono mettere verze intere o tagliate a metà che vanno condite con timo, foglie di alloro e/o aneto secco, fette di rafano, mele e mele cotogne. Vanno disposte a strati col mozzicone verso l’alto e in modo tale che rimanga pochissimo spazio tra di loro; sopra ad ogni strato si aggiunge il sale marino e il pepe e l’ultimo strato deve essere di sale. Alcuni usano la barbabietola rossa come colorante naturale per dare una sfumatura rosastra esteticamente piacevole.
Dopo aver riempito il barile, lo si copre dapprima con un panno di cotone, lo si lascia 2 giorni al freddo (sul balcone per esempio) in modo tale che le verze lascino la loro acqua naturale e diminuiscano di volume. Trascorsi i 2 giorni, si completa il volume del barile fino a quando lo si riempie, si aggiungono le spezie di sopra (chicchi di mais, sale, pepe, aneto) e si aggiunge acqua distillata (bollita con sale, poi raffreddata) che deve coprire completamente la verza. A questo punto si chiude il barile ermeticamente con un tappo e ogni 2-3 giorni per qualche settimana bisogna completare con acqua distillata in quanto progressivamente la verza assorbirà tutta l’acqua, ma non deve rimanere mai scoperta. Nel frattempo, usando un tubo, lo si introduce sempre ogni 2-3 giorni e si soffia dentro, per far circolare la impurità dal fondo del barile verso l’alto (ciò non è necessario se il barile è stato disinfettato con cura in precedenza, come spiegato all’inizio). Si consiglia di far pressione sulle verze mettendo sopra un tagliere pesante di legno prima di chiudere il tappo.
Bisogna anche amalgamare il contenuto del barile, girandolo al contrario e agitandolo; assaggiare il succo di acqua e spezie per correggerlo a proprio gusto.
INGREDIENTI
Qta.
U. M.
Ingrediente


 20/30 
  
 cavoli 

 3-4 
  
 rafani 

 150 
 g 
 chicchi di mais 

 4 
  
 mele 

 2 
  
 mele cotogne 

  
  
 aneto essiccato 

  
  
 timo 

  
  
 alloro 

  
  
 barbabietola rossa (opzionale) 

  
  
 sale marino (35 g ogni litro d'acqua) 

 50-100 
 g 
 chicchi di pepe 

 
Tutti i commenti:

Per poter commentare questa ricetta bisogna completare tutti i campi come richiesto.
Nome *
E-Mail *
Commento *

Negozi alimentari romeni in Italia

immagine negozi romeni in italia
Cerca con molta semplicità il negozio con prodotti alimentari tradizionali rumeni più vicino a casa tua.
 pulsante cerca negozio

imagine segnala negozi rumeni
Segnala gratis il tuo negozio
di prodotti tradizionali rumeni nella nostra guida ai negozi per una maggiore visibilità.
pulsante segnala negozio

Ristoranti romeni in Italia

La nostra guida ai ristoranti romeni in Italia vi permetterà di conoscere il ristorante più vicino a casa vostra, le sua specialità e le recensioni dei clienti. Nella stessa area vi è permesso di registrare il vostro ristorante e di segnalare piatti e serate tematiche.
 
ristoranti rumeni

Dizionario

dizionario in cucina
 
Il dizionario realizzato dal portale ha lo scopo di semplificare la comprensione di alcuni termini della cucina romena in lingua italiana ma è anche un traduttore delle piante, spezie e ingredienti sia romeni che italiani e le loro proprietà.
 pulsante cerca nel dizionario