margine inizio menu ricette rumene
home
antipasti
primi
secondi
contorni
dolci
bevande
contatti ricette
pagina facebook ricette rumene
margine fine menu ricette rumene
  • Pollo fritto dalla Transilvania

    Ricetta della settimana

    Pollo fritto dalla Transilvania

  • Comportamenti, regole e accessori

    La magia dei vini

    Comportamenti, regole e accessori

  • Trucchi, misurazioni e preparazioni

    Chiedi al cuoco

    Trucchi, misurazioni e preparazioni

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro


Username
Password
ENOLOGIA

Vini romeni di prestigio internazionale


martedì 9 ottobre 2012         Condividi su Facebook

Comportamenti, regole e accessori per una ottima degustazione dei vini

Comportamenti, regole e accessori per una ottima degustazione dei viniNota importante: Per vedere la foto ingrandita con la leggenda a fine articolo, premere click destra e poi selezionare l’opzione “Apri immagine in un’altra scheda”.

La qualità di un vino non è solo intrinseca, ma è data da una serie di elementi accessori che accompagnano di volta in volta il momento finale del suo godimento. Perciò, al fine di assaporare al massimo e di entrare in contatto con il messaggio più intimamente serbato da parte di un buon vino, è vitale assumere dei comportamenti che devono diventare degli automatismi: stappare con attenzione il tappo di sughero e non dimenticarsi di odorarlo, pulire il collo della bottiglia con un panno bianco pulito, odorare prima il bicchiere vuoto per individuare eventuali tracce di odori estranei, tenere il piede del calice (non lo stelo) ed inclinarlo per far scorrere il vino lentamente sulla parete del bicchiere in modo da evitare la formazione di bollicine, non riempirlo più di un terzo del suo volume.
Addentrandoci nei particolari, occorre distinguere tra le modalità di degustazione dei vini giovani freschi con sapori primari e quelli invece che sono rossi invecchiati: i primi vanno versati direttamente nel calice al fine di essere serviti per interrompere il processo di ossidazione causato dal contatto con l’aria, mentre per i secondi si procede alla evidenziazione del bouquet insito nel vino attraverso il procedimento di aerazione e di decantazione dei depositi di sali tartarici sul fondo della bottiglia. Solo successivamente si va avanti con la degustazione.
Occorre, contemporaneamente, tenere conto di un altro fattore molto importante qual è la temperatura; le temperature ottimali per servire determinate tipologie di vini sono:
- Da 6° a 8° C per vini spumanti
- Da 8° a 10° C per vini bianchi di media struttura e vini dolci
- Da 10° a 12° C per vini bianchi di buona struttura e vini passiti
- Da 12° a 14° C per vini rosati e novelli e vini liquorosi
- Da 14° a 16° C per vini rossi leggeri
- Da 16° a 18° C per vini rossi di media struttura
- Da 18° a 20° C per vini rossi importanti

La regola basilare detta che la temperatura alta “sveglia” l’alcolicità (ed al contempo eventuali difetti olfattivi) mentre diminuisce la freschezza di un determinato vino; d’altra parte, a pochissimi gradi centigradi emerge la acidità del vino e si dissolve il suo profumo. Inoltre, il vino va servito circa due minuti prima dell’inizio della consumazione del pasto, in modo tale da sentire al primo approccio il suo sapore incontaminato e, in seguito, assaporarlo insieme alle pietanze opportunamente associategli.
Veniamo, infine, ai calici, che devono essere rigorosamente in vetro o cristallo, perfettamente incolori, trasparenti, leggeri e sottili, privi di striature e stampe serigrafiche, di 100-125-150 ml al fine di permettere la mescita e la roteazione del vino nel bicchiere per sbloccare tutti gli aromi. Attenzione: Evitare di toccare la coppa del calice contenente il vino per non incidere sulla sua temperatura e la conseguente percezione della limpidezza.
Concludendo, abbiamo predisposto una leggenda nella foto di questo articolo che permette di capire a quale forma di calice si dovrebbe abbinare un determinato tipo di vino per una completa valutazione del suo bouquet:
1. Vini rosati e rossi giovani
2. Vini bianchi, fruttati e aromati
3. Vini rossi di media struttura
4. Vini rossi di buona struttura
5. Spumante secco (brut)
6. Vini bianchi di media struttura
7. Vini bianchi di buona struttura
8. Vini dolci, liquorosi

Autore: Ana-Maria Baghiu

<<< indietro

 

Negozi alimentari romeni in Italia

immagine negozi romeni in italia
Cerca con molta semplicità il negozio con prodotti alimentari tradizionali rumeni più vicino a casa tua.
 pulsante cerca negozio

imagine segnala negozi rumeni
Segnala gratis il tuo negozio
di prodotti tradizionali rumeni nella nostra guida ai negozi per una maggiore visibilità.
pulsante segnala negozio

Ristoranti romeni in Italia

La nostra guida ai ristoranti romeni in Italia vi permetterà di conoscere il ristorante più vicino a casa vostra, le sua specialità e le recensioni dei clienti. Nella stessa area vi è permesso di registrare il vostro ristorante e di segnalare piatti e serate tematiche.
 
ristoranti rumeni

Dizionario

dizionario in cucina
 
Il dizionario realizzato dal portale ha lo scopo di semplificare la comprensione di alcuni termini della cucina romena in lingua italiana ma è anche un traduttore delle piante, spezie e ingredienti sia romeni che italiani e le loro proprietà.
 pulsante cerca nel dizionario