margine inizio menu ricette rumene
home
antipasti
primi
secondi
contorni
dolci
bevande
contatti ricette
pagina facebook ricette rumene
margine fine menu ricette rumene
  • Pollo fritto dalla Transilvania

    Ricetta della settimana

    Pollo fritto dalla Transilvania

  • Comportamenti, regole e accessori

    La magia dei vini

    Comportamenti, regole e accessori

  • Trucchi, misurazioni e preparazioni

    Chiedi al cuoco

    Trucchi, misurazioni e preparazioni

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro

  • Polpette di carne al pomodoro

    Ricetta creativa

    Polpette di carne al pomodoro


Username
Password
ENOLOGIA

Vini romeni di prestigio internazionale


10/04/2013         Condividi su Facebook

Il Veritas di Panciu: da Ion Pusca alla delizia di Ceausescu

Il Veritas di Panciu: da Ion Pusca alla delizia di Ceausescu“A quel tempo, il vigneto Panciu non aveva nulla che lo facesse emergere dal [concorrente] Odobeşti. Quando decisi di fare lo champagne, ho pensato che in questo modo il vigneto guadagnerà reputazione. Il suo prestigio aumenterà”

Era questa la motivazione principale dell’enologo Ion Puşcă che, a soli 27 anni, creò il miglior vino spumante della Romania, che diventerà anche la bevanda preferita di Ceauşescu.
Nato a Panciu, regione Vrancea, Ion Puşcă frequenterà la Facoltà di Orticoltura presso l’Università di Iaşi, ma deciderà di ritornare nelle terre native per presentarsi nel 1966 alle porte dell’azienda che allora si chiamava IAS Panciu chiedendo di essere assunto. Dopo soli due anni di ricerca (con alti costi, sindacati dai direttori di azienda dell’epoca), il 18 aprile 1968 l’ingegnere lancerà in via di sperimentazione la sua prima champagne firmata Panciu, che riceverà il collaudo dei colleghi e degli specialisti il 1° gennaio 1969 durante una festa di lavoro. Nel 1973, Panciu diventa il più importante produttore di champagne in Romania. Ma il successo porta con sé non poche difficoltà. La prima e la più pressante riguarda le tecnologie ed il know-how dei dipendenti: gradualmente, si opta per l’importazione di tecniche e macchinari dall’esterno, come avvenne per la chiamata di lavoro da “Zarea” di Bucarest di persone in grado di sostituire in un batter di ciglio i tappi usati per la fermentazione con i tappi che sarebbero poi stati commercializzati insieme al prodotto finale (la figura professionale si chiama “degorjor”). È così che in pochi anni la IAS Panciu giunge a produrre in media 2.3 milioni di bottiglie all’anno. Il suo iniziatore, invece, nel 1991 si sposta a Bucarest dove apre la propria enoteca, decidendo di mettersi al servizio degli amatori, con i suoi consigli ed i suoi aneddoti, nella vendita al dettaglio.

Un’eredità storica

Il binomio vincente che ha portato lo champagne Veritas di Panciu ad avere fama internazionale è costituito dall’innegabile expertise dell’ingegnere enologo Ion Puşcă nonché dall’impronta storica apportata dalle cantine di Stefano il Grande (Ştefan cel Mare), condottiero Quattrocentesco della Moldavia. Attestate ufficialmente per la prima volta in un documento del 19 agosto 1700, furono riscoperte per caso nel 1954 durante un incendio (appiccato per bruciare dell’immondizia; si notò che il fumo viaggiava attraverso delle gallerie sotterranee). Durante la Prima Guerra Mondiale, queste cantine erano state usate come depositi per munizioni, ed essendo bombardate rimasero sotterrate dalle macerie fino al 1953. Nel 1987, Nicolae Ceauşescu, sospettando che le cantine fossero un corridoio di collegamento con la Transilvania, ordinò che venissero completamente scoperte.
Le leggende locali sostengono, inoltre, che su queste terre si innalzasse la capitale della vecchia Tracia di Burebista.

Il segreto

Nessun produttore fa trapelare facilmente i metodi ed i procedimenti con cui ottiene il suo output, soprattutto in un ambito talmente competitivo come quello dell’enologia. Quando, però, il tuo marchio arriva ad una notorietà inoppugnabile, diventa giocoforza condividere gli arcani del mestiere. Su questa scia, gli appassionati sono riusciti a scoprire che per ottenere lo champagne di Panciu si combinano 3 tipi di vini (e perfino quali, partecipando alle gite di degustazione in loco organizzate da ANTREC Romania – Associazione Nazionale di Turismo Rurale ed Ecologico) al fine di ottenere un gusto neutro. La miscela viene in seguito imbottigliata e le si aggiungono particolari tipi di lievito per catalizzare il processo di rifermentazione. Per lo spumante, il processo dura un anno in più, mentre per lo champagne ci vogliono ulteriori 9 mesi. Durante la fase di “remouillage”, le bottiglie precedentemente posizionate a bocca in giù a pendenza di 60° vengono progressivamente spostate per far decantare i lieviti. Infine, le estremità superiori delle bottiglie vengono congelate attraverso un procedimento tecnico-chimico per poter asportare facilmente e in tempi rapidissimi la quantità di lievito deposta. Si aggiungono i nuovi tappi e si procede verso la commercializzazione del prodotto.
Il tragitto di visita nelle cantine della Vrancea è stato inaugurato nel 1986; nel vostro viaggio potrete ammirare il panorama viticolo da 376 metri di altezza, dalla Casa dell’Acqua (“Casa de Apă”) e degustare i migliori vini della zona, perfino alcuni andati fuori produzione.

NOTA BENE! In questo articolo la parola “champagne” viene usata tale ai fini di una riproduzione storica autentica, riportando il termine originariamente usato per il Veritas di Panciu all’epoca della sua creazione, appunto nel 1968. Oggi si parla di vino spumante e non più di “champagne”, in quanto i produttori della regione Champenoise in Francia pretendono (dal 1998 in UE) il diritto brevettuale sulla parola.

Autore: Ana-Maria Baghiu

<<< indietro

 

Negozi alimentari romeni in Italia

immagine negozi romeni in italia
Cerca con molta semplicità il negozio con prodotti alimentari tradizionali rumeni più vicino a casa tua.
 pulsante cerca negozio

imagine segnala negozi rumeni
Segnala gratis il tuo negozio
di prodotti tradizionali rumeni nella nostra guida ai negozi per una maggiore visibilità.
pulsante segnala negozio

Ristoranti romeni in Italia

La nostra guida ai ristoranti romeni in Italia vi permetterà di conoscere il ristorante più vicino a casa vostra, le sua specialità e le recensioni dei clienti. Nella stessa area vi è permesso di registrare il vostro ristorante e di segnalare piatti e serate tematiche.
 
ristoranti rumeni

Dizionario

dizionario in cucina
 
Il dizionario realizzato dal portale ha lo scopo di semplificare la comprensione di alcuni termini della cucina romena in lingua italiana ma è anche un traduttore delle piante, spezie e ingredienti sia romeni che italiani e le loro proprietà.
 pulsante cerca nel dizionario